Home / Notizie / Gossip / Michael Jackson ucciso da parassiti che lo hanno sfruttato e derubato fino all’ultimo

Michael Jackson ucciso da parassiti che lo hanno sfruttato e derubato fino all’ultimo

Parla La Toya Jackson, sorella del re del pop

La Toya Jackson ha rilasciato una serie di durissime interviste ai tabloid inglesi in cui ha accusato l’entourage di Jacko di averlo letteralmente assassinato. "Michael Jackson valeva più di un miliardo di dollari tenendo conto dei diritti sulle canzoni e l’immagine e qualcuno lo ha ucciso per questo: valeva più da morto che da vivo".

"Michael Jackson," continua La Toya, "è stato ucciso da una banda di parassiti che lo ha sfruttato e derubato fino all’ultimo". "Questo gruppo di persone ha rubato due milioni di dollari in contanti e preziosi dalla casa di Michael dopo averlo imbottito di droghe e isolato da amici e parenti perché si sentisse solo e vulnerabile".

La Toya è un vulcano in eruzione. "Ho un’idea ben precisa di quelli che saranno i risultati dell’autopsia," ha dichiarato, "credo che Michael sia stato assassinato". Un mix letale di metadone, potenti anestetici, antidepressivi e antidolorifici più forti della morfina: sarebbe questo il cocktail di farmaci che avrebbe ucciso Michael Jackson.

La polizia di Los Angeles per ora non esclude alcuna ipotesi, compreso l’omicidio. Sono comunque forti i dubbi sui comportamenti dell’entourage di Jacko, e in particolare sul medico Conrad Muray. L’uomo, infatti, avrebbe somministrato medicinali in quantità davvero esagerate al cantante. Esiste anche un documento riservato dello sceriffo di Santa Barbara, secondo cui Michael Jackson era solito farsi somministrare anche 40 pillole al giorno di Xanax (un potente ansiolitico), oltre ad ulteriori dosi di anestetico per curare la sua insonnia.

Potrebbe interessarti

Infortunio sul lavoro. Travolto da rotoballe di fieno, ferito un 40enne

Gossolengo (Piacenza). Sarebbero gravi le condizioni di un 40enne marocchino residente a Cadeo, rimasto infortunato …