Home / Notizie / Gossip / Michael Jackson si e’ spento a soli 50 anni. Era stato eletto migliore artista pop del millennio
Michael-Jackson4593-piacenza.jpg

Michael Jackson si e’ spento a soli 50 anni. Era stato eletto migliore artista pop del millennio

I suoi fans speravano di rivederlo a luglio a Londra

Michael Joseph Jackson è morto da poche ore a Los Angeles, per un arresto cardio circolatorio. Da tutti considerato il maggiore esponente della musica pop, è stato un cantante (cantautore), ma anche un ballerino, un compositore, un musicista, un arrangiatore e un produttore discografico di incredibile talento.

In più di 40 anni di carriera, Michael Jackson ha ricevuto numerosi premi, tra cui quelli di miglior artista pop maschile del millennio ai World Music Awards del 2000 e di artista del secolo agli American Music Awards del 2002.

Jackson è stato anche incluso due volte nella Rock and Roll Hall of Fame. La prima volta nel 1997, come vocalist dei Jackson Five, e successivamente nel 2001 per la sua carriera solista. Nel corso della sua carriera ha vinto 13 Grammy Awards, gli "Oscar" della musica.

La biografia di Michael Jackson, dal sito di ANSA.


L’avventura nella musica di Michael Jackson era cominciata insieme ai fratelli nei Jackson 5 nella scuderia della Motown di Barry Gordy. Un apprendistato che gli ha permesso una volta iniziata la carriera solista, di diventare uno degli artisti di maggior successo della storia. Un calcolo approssimativo parla di oltre 750 milioni di copie vendute. E’ stato insieme a Quincy Jones, in veste di produttore, che nel 1982 ha realizzato Thriller, un capolavoro di sintesi della musica nera che da allora ha venduto più di 100 milioni di copie. Il prossimo 13 luglio era previsto il primo dei concerti del suo grande ritorno alla 02 Arena di Londra, dove l’ex re del pop era in cartellone fino a settembre e poi dal 7 gennaio al 6 marzo. I biglietti sono andati a ruba ma erano rimasti solo i fan a credere che fosse ancora in grado di tenere la scena. Tutti sapevano che questi concerti, peraltro posticipati più volte, erano la sua ultima chance: travolto dagli scandali, immerso in una crisi personale e artistica devastante, incapace di produrre un album decente, dopo essersi venduto prima le edizioni musicali e poi l’ormai famigerato ranch Neverland, Jackson era praticamente costretto a tornare in scena per realizzare denaro. L’ultima cosa che si era saputa di lui era il patetico ingaggio di Lou Ferrigno, l’ex Hulk, come personal trainer che, per giunta, aveva raccontato di averlo trovato in condizioni fisiche disastrose. Si parlava di un tumore alla pelle mentre era ancora viva la memoria delle sue immagini mentre faceva shopping in sedia a rotelle. Il 29 agosto avrebbe compiuto 51 anni. L’ultima parte della sua vita è stata un dramma vissuto in pubblico, un caso clamoroso di autodistruzione, accompagnato dallo spaventoso peso dell’accusa di pedofilia. Jackson si è imposto come una sorta di Fred Astaire della dance, con un look e un uso dei videoclip che sono diventati parte della sua leggenda di uomo premiatissimo, ricevuto alla Casa Bianca, considerato uno dei simboli di Why are the world. Ma dopo Bad e Dangerous, i suoi ultimi successi, con l’arrivo degli anni ’90 la situazione e’ cominciata ad andare fuori controllo, con il continuo ricorso alla chirurgia plastica, le frequentazioni di ragazzini, la dipendenza dai farmaci. Con la serie dei processi è iniziata la sua fine artistica che tristemente ha anticipato il bollettino dell’ospedale.

Potrebbe interessarti

golden-globe-awards

Golden Globe 2018. Arriva la lista delle nomination per il cinema

Sono state annunciate in diretta dal Beverly Hilton Hotel di Los Angeles le candidature ai …