Home / Notizie / Cronaca / Incendio Enia. Allarme diossina. Bambini e donne incinte devono restare in casa
Incendio-Enia.-4502-piacenza.jpg

Incendio Enia. Allarme diossina. Bambini e donne incinte devono restare in casa

Situazione molto grave nelle frazioni del Capitolo, Gerbido e Mortizza

Vittorino Francani, tecnico di Arpa, intervenuto sul posto a Borgoforte insieme ai tecnici dell’Ausl, ha lanciato l’allarme diossina. Soprattutto i bambini e le donne in gravidanza, ma la cosa vale per tutti i residenti, non devono uscire di casa nelle frazioni del Capitolo, Gerbido e Mortizza.

La nube nera e densa dovuta all’incendio di materiali plastici negli stabilimenti Enia di Borgoforte è potenzialmente tossica (anche se nessuno per il momento è in grado di determinare i livelli di diossina presenti nell’aria) e si sta dirigendo verso le frazioni vicine e l’Autostrada A1. I Carabinieri stanno bloccano l’area circostante l’incendio, mentre i Vigili del Fuoco sono ancora all’opera per domare le fiamme.

Potrebbe interessarti

neve

Maltempo, Rancan (LN): «Si lavori sulla prevenzione e non sulle emergenze»

BOLOGNA, 12 DIC. – «Fenomeni meteorologici come il gelicidio che ha colpito la provincia di …