Home / Notizie / Cronaca / Gli auguri di fine anno del Sindaco Roberto Reggi
Gli_auguri_di_fine_anno_del_Si_piacenza_3711.jpg

Gli auguri di fine anno del Sindaco Roberto Reggi

Dal sito del Comune di Piacenza

Se ne va il 2008, l’anno dell’incertezza finanziaria e della crisi. Dal settembre scorso, abbiamo consapevolezze che ci portano a considerare necessaria una nuova cultura del limite.
Dobbiamo fare i conti con la carenza di risorse, ridimensionando le aspettative e i consumi, traendone però un insegnamento per il futuro.

Non dobbiamo dimenticare, infatti, il monito di John Fitzgerald Kennedy: “Nella scrittura cinese, la parola crisi è composta da due ideogrammi; uno rappresenta il pericolo, l’altro l’opportunità”.

In tal senso, anche le Amministrazioni comunali si confrontano con un contesto in trasformazione, in cui le limitazioni di spesa inducono a definire le priorità.

Nonostante le ristrettezze economiche, il 2009 sarà, per Piacenza, ricco di interventi qualificanti: da piazzale Marconi a piazza Cavalli, da piazza S. Antonino all’avvio dei lavori per il completamento della Tangenziale Sud e il nuovo ponte sul Trebbia, per cui il Comune ha già stanziato quasi 5 milioni di euro.
piazza capodanno

Cresceranno i servizi per l’infanzia, grazie al nuovo nido nell’area ex Unicem e all’ampliamento dell’asilo della Besurica, dove è prevista, così come in piazza Paolo VI, la costruzione di un centro polivalente.
La bonifica dell’area ex Acna sarà l’inizio di un percorso che cambierà il volto della città, accanto al proseguimento della riqualificazione di vicolo del Guazzo e delle aree dismesse di Unicem e Arbos, ma è soprattutto al sociale che vorrei guardare, ricordando che nei prossimi mesi verrà aggiudicato il bando per l’Hospice.

Saremo, come sempre, vicini ai cittadini, cui chiederemo una partecipazione consapevole nel dibattito sul Piano Strutturale Comunale, nonché la collaborazione costante nella lotta agli sprechi.

Vorrei, però, che il 2009 fosse l’anno in cui Piacenza guarderà oltre i propri confini, condividendo le prospettive di grandi eventi come l’Expo 2015, ma anche facendosi interprete di un mondo che cambia.
L’elezione di Barak Obama negli Stati Uniti ne è testimonianza, e porta con sé una speranza di pace, ancor più in questi giorni che vedono acuirsi drammaticamente il conflitto in Medio Oriente.
La nostra comunità è attenta a questi temi e lo ha dimostrato in più occasioni, confermando una sensibilità avvalorata dall’alto numero di associazioni di volontariato internazionale sul territorio.

L’auspicio, per il nuovo anno, è che il nostro cammino di integrazione possa raggiungere nuovi traguardi. Perché, come ha scritto don Tonino Bello, “la pace è la convivialità delle differenze”. L’augurio che desidero rivolgere a tutti piacentini è che insieme possiamo esserne esempio.

Roberto Reggi

Sindaco di Piacenza

Potrebbe interessarti

caminetto

Nibbiano. Accende il camino e si scatena l’incendio. Sul posto i vigili del fuoco

Nibbiano (Piacenza). È stato solo l’intervento dei vigili del fuoco ad impedire la diffusione ad …