Home / Notizie / Cronaca / 180 defunti piacentini sono ancora assistiti dall’AUSL. La GdF indaga
180defuntipiacentinisonoanpiacenza2195.jpg

180 defunti piacentini sono ancora assistiti dall’AUSL. La GdF indaga

Secondo quanto emerso dall’indagine il danno erariale sarebbe eclatante

La Guardia di Finanza di Piacenza ha evidenziato un caso eclatante di sperpero di denaro pubblico che coinvolge l’Azienda Sanitaria Locale ed oltre 60 medici di base piacentini che riceverebbero indebite somme di denaro per le convenzioni con il servizio sanitario nazionale.

Oltre 180 defunti piacentini non sarebbero stati cancellati dalle liste dell’Ausl, e il problema persisterebbe addirittura dal 1979, determinando un danno erariale eclatante.

Seppure al momento siano esluse responsabilità penali, le Fiamme Gialle stanno indagando per risalire alle responsabilità nella babele di passaggi burocratici tra Comune, Ausl e Regione Emilia-Romagna.

Potrebbe interessarti

marijuana

Hashish negli slip. Arrestata 40enne, sequestrati 250 grammi di sostanza

Piacenza. Dovrà comparire di fronte al giudice per il processo per direttissima una 41enne italiana …