Home / Notizie / Cronaca / Benedetti: ”Elettori di centro-sinistra a cosa serve che il PD vada da solo?”
Elettoridicentrosinistraapiacenza2171.jpg

Benedetti: ”Elettori di centro-sinistra a cosa serve che il PD vada da solo?”

"L’intesa tra PD e sinistra è la strategia che può consentire di contendere la vittoria al centrodestra"

Davide Benedetti, coordinatore provinciale di Sinistra Democratica, ha lanciato un appello agli elettori di centro-sinistra. Un messaggio accorato, che pubblichiamo integralmente:

Ciao a tutte/i, SE e dico SE l’obiettivo e’ quello di dare ancora al centro-sinistra il governo del paese …
sicuramente un centro-sinistra diverso da quello che ha sostenuto il governo Prodi, meno frammentato e piu’ coeso …. un governo di centro-sinistra stabile che possa continuare la via intrapresa dal governo Prodi, non disperdendo i risultati raggiunti ALLORA la scelta di Veltroni e del PD di voler correre NON in coalizione, non aiuta a raggiungere questo obiettivo.

La legge elettorale con cui si va al voto e’ costruita in modo che se ci si
presenta divisi come propone Veltroni, senza nemmeno ipotizzare accordi tecnici
o di desistenza, si rischia di cedere circa 40 senatori al centro-destra.

Consegnando su di un piatto di argento al centro-destra una possibilita’ di
governo stabile.

Mentre se ci si presentasse uniti il Senato potrebbe vedere ancora il
centro-sinistra prevalere di pochi senatori.

ALLORA
a chi e cosa serve che il PD vada da solo?

Noi di Sinistra Democratica lavoreremo fino all’ultimo perche’ chi non e’ nella
Casa delle Liberta’ concorra alle elezioni con la possibilita’ di vincere.
Ovvero ricercheremo un accordo che permetta al centro-sinistra di presentarsi
unito, coeso, aggregato ovvero libero da eccessiva frammentazione.
Con un programma condiviso di governo del paese.

Non accettiamo come forza politica ma prima ancora come cittadini ed elettori
che il centro-sinistra, il progetto di governo del paese per cui abbiamo
lavorato in questi anni parta perdente in partenza.
Perdente perche’ non c’e’ nemmeno la volonta’ di confrontarsi con i meccanismi
elettorali che dicono che se ci si presenta divisi si consegna a priori il paese
al centreo-destra.

E’ una scelta scellerata. Inaccettabile.
In italia non c’e’ mai stato un partito che abbia superato da solo il 50 per
cento dei consensi.

L’intesa tra PD e sinistra è la strategia che può consentire, anche fosse solo sul piano numerico, di contendere la vittoria al centrodestra e dare all’Italia la speranza di un governo innovativo. Questione sociale e ambientale, questione
morale, laicità dello Stato sono le sfide vere dell’oggi.

Sarebbe grave se il PD confermasse, invece, la scelta della solitudine
elettorale che contiene l’annuncio della rinuncia a competere per il governo
dell’Italia. Non si possono spalancare, senza combattere, le porte a Berlusconi
e ai suoi.

Invitiamo tutti i cittadini elettori del centro-sinistra ad operare perche’ a
livello locale nasca una mobilitazione che spinga i vertici nazionali che si
riuniranno domani a non deludere in partenza le speranze di rimanere al governo
del paese.
Costringendoli nei fatti ad un accordo che ci permetta di contendere l’esito
positivo delle elezioni al centro-destra.
A partire dalle assemblee dei partiti che si stanno riunendo in questi giorni,
anche quelle del PD, contribuendo con ordini del giorno o prese di posizione da
mandare ai gruppi dirigenti regionali/nazionali.


Davide Benedetti

Coordinatore provinciale Sinistra Democratica Piacenza

Potrebbe interessarti

etilometro

Incidente in galleria. 30enne denunciata per guida in stato di ebbrezza

Piacenza. Dovrà rispondere dell’accusa di guida in stato di ebbrezza la 30enne residente a Pontenure …