Home / Notizie / Editoriali / I nostri figli potrebbero non avere piu’ il Trebbia. Ci interessa?
Inostrifiglipotrebberononpiacenza1981.jpg

I nostri figli potrebbero non avere piu’ il Trebbia. Ci interessa?

La battaglia ecologica di NoTube (Coordinamento di difesa Trebbia, Nure, Aveto) prova a farci riflettere

Quante volte la politica (o il mondo degli affari) ha deciso al posto nostro di cambiare la faccia del nostro Bel Paese? Quanti cambiamenti epocali si sono verificati senza che la gente avesse la possibilità, o più spesso la voglia, di fare qualcosa per impedirli? Non è retorica, ma solo una semplice riflessione ispirata dall’attività del "Coordinamento di difesa Trebbia, Nure, Aveto", un gruppo costituito da un insieme di liberi cittadini e associazioni, allo scopo di informare l’opinione pubblica riguardo ai pericoli che minacciano gli ambienti fluviali della provincia di Piacenza.

I progetti, a cui il Coordinamento si oppone, lo si può leggere sul sito www.notube.it, prevedono "l’intubamento delle acque di fiumi e torrenti e la loro messa in stress idrico per diversi chilometri, nonché la realizzazione di infrastrutture quali strade di accesso, traverse, condotte forzate e gallerie, basti pensare che alla confluenza di Aveto Trebbia è prevista la costruzione di una struttura alta 18 metri nell’alveo del fiume".

I corsi d’acqua coinvolti nel progetto sono: Trebbia, Nure, Aveto, Grondana, Ronchignasco, Gramizzola.

Da considerare è che, secondo il Coordinamento NoTube, non ci sarebbero vantaggi per i cittadini di Piacenza e della nostra Provincia. Nessun vantaggio in termini economici ed occupazionali ricadrebbe sulle popolazioni locali, difatti l’energia prodotta verrebbe venduta sulla rete nazionale, non avvantaggiando in alcun modo gli abitanti delle valli interessate, e garantendo grandi profitti solo all’azienda (non del luogo) che ha proposto il progetto.

Perché ognuno possa riflettere con qualche documento in più, vi offriamo i seguenti link di approfondimento.


Pieghevole informativo

Download in formato PDF

Potrebbe interessarti

energia

Maltempo. 158 utenze ancora senza luce dopo quattro giorni

Piacenza. Sarebbero 158 le utenze tuttora in media tensione, dopo quattro giorni senza energia elettrica …